Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni clicca qui.

Attivato il servizio di allertamento telefonico della cittadinanza.

Per poter essere avvertito in caso di necessità è necessario fornire i propri recapiti telefonici secondo le modalità descritte nella pagina Alert System.

Gli eventi calamitosi che hanno più volte interessato anche in tempi molto recenti il territorio italiano, non escluso quello della provincia di Mantova, hanno posto al centro dell’attenzione mediatica, scientifica e culturale il tema della protezione civile. Per protezione civile si intende "la politica dei pubblici poteri finalizzata alla tutela dell’integrità della vita, dei beni, degli insediamenti e dell’ambiente dai danni o dal pericolo di danni, derivanti da calamità naturali, da catastrofi o da altri eventi calamitosi" (dal I° Programma Regionale di Previsione e Prevenzione di Protezione Civile della Regione Lombardia). La protezione civile è una "macchina" che non ha un proprio corpo operativo, ma in caso di emergenze complesse si serve di strutture esistenti che intervengono in maniera coordinata: Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine, Volontari, Esercito. Nel contesto delle attività di pianificazione e di intervento da svolgere in caso di emergenza alcune sono di competenza del Sindaco.

Il Piano di Emergenza di Protezione Civile del Comune di San Giorgio di Mantova ha evidenziato i rischi che potrebbero interessare con maggiore probabilità il territorio comunale. Il rischio idraulico e idrogeologico è molto basso, il rischio da incendi boschivi è, allo stato attuale, quasi nullo. Un discorso a parte meritano i rischi derivati dalla presenza di industrie pericolose, nessuna delle quali sul territorio, ma posizionate ai confini comunali. Il rischio terremoto andrà meglio individuato non appena verrà stilata la nuova mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale. Collocato nella fascia medio-bassa è il rischio derivante da viabilità e trasporti (incidenti stradali, incidenti ferroviari, incidenti aerei ed esplosioni con crolli di strutture).

Le ragioni che hanno spinto l'Amministrazione alla redazione del Piano, oltre all'adempimento di una prescrizione normativa, sono quelle di fornire uno strumento utile per affrontare situazioni di emergenza e aumentare la conoscenza del nostro territorio. Il Piano raccoglie le informazioni relative al territorio e ai rischi che incombono su di esso, all'elaborazione degli scenari e delle aree di emergenza. E' facilmente consultabile ed aggiornabile e presenta diverse schede pre- compilate che, in caso di necessità, sono un utile supporto per poter chiedere aiuto in maniera corretta e fronteggiare le prime fasi dell'emergenza. L'attivazione di un servizio di protezione civile a livello comunale non è solo un compito istituzionale, ma una tappa del processo di crescita della comunità. Passa attraverso uno sforzo di sensibilizzazione, informazione e coinvolgimento diretto della popolazione, perché solo diffondendo una cultura della protezione civile diventano efficaci tutte le attività che compongono il progetto.

folder Piano di emergenza comunale di Protezione Civile