Stampa

Quali sono i paesi comunitari

Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Svezia, Regno Unito, Belgio, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Cipro, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Austria, Portogallo, Slovenia, Slovacchia, Finlandia, Croazia. Con l'entrata in vigore del D.lgs n. 30/2007 che disciplina la circolazione e il soggiorno dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari nel nostro paese, il cittadino comunitario che soggiorna per periodi inferiori a 3 mesi non è sottoposto ad alcuna formalità. Coloro i quali intendano soggiornare in Italia per un periodo superiore ai 3 mesi e abbiano i requisiti sotto descritti, dovranno recarsi all'anagrafe del comune per la richiesta di residenza e per il rilascio dell'attestazione di regolarità di soggiorno cittadini UE.

Cittadino comunitario proveniente dall'estero

Al momento della domanda, occorre presentare 2 marche da bollo da € 16,00.

Cosa occorre

Lavoratore subordinato

Lavoratore autonomo

Libero professionista

Famigliare di lavoratore

Per familiare si intende:

  • il coniuge
  • i discendenti diretti (figli e nipoti - figli dei figli) di età inferiore a 21 anni
  • i discendenti diretti (figli e nipoti - figli dei figli) di età superiore a 21 anni a carico
  • discendenti diretti del coniuge come sopra
  • ascendenti diretti (genitori e nonni) a carico
  • ascendenti diretti (genitori e nonni) del coniuge

Studente

Non lavoratore

Cittadino comunitario già residente in altro comune
Se in possesso di attestazione di regolarità di soggiorno UE:

Senza attestazione di regolarità di soggiorno:
Prima di procedere all'iscrizione anagrafica è necessario richiedere l'attestazione di regolarità di soggiorno e pertanto consegnare all'ufficio:

Attestazione di regolarità di soggiorno permanente

Dopo 5 anni di regolare soggiorno il cittadino Comunitario matura il diritto di soggiorno permanente. Va presentata richiesta su apposita modulistica (con marca da bollo da euro 16,00) all'Anagrafe del comune di residenza comprovando il regolare soggiorno continuativo per almeno 5 anni.

Smarrimento/furto dell'attestazione di regolarità di soggiorno

Nel caso di smarrimento o di furto dell'Attestazione di regolarità di soggiorno occorre sporgere denuncia in Questura, dai Carabinieri o dai Vigili Urbani. Con l'originale della denuncia e due marche da bollo (da € 16,00) è possibile richiedere il duplicato all'Ufficio Anagrafe, il quale procederà alla verifica dei requisiti elencati sopra.

Adempimenti successivi

  1. Recarsi all'ufficio di polizia locale per accordi in ordine al sopralluogo che gli agenti dovranno effettuare entro 45 gg. dalla richiesta.
  2. Compilare i pdf Modulo (164 KB) per la richiesta dei contenitori dei rifiuti e per essere messi a ruolo per la tariffa igiene ambientale (T.I.A.) e consegnarlo presso un degli sportelli di TEA spa . Per altre informazioni riguardanti il servizio di raccolta rifiuti, consultare anche la relativa sezione presente nella pagina dedicata all'ufficio ecologia.
  3. Recarsi all'A.S.L. - Ufficio Gestione Assistiti - Via Trento - Mantova per la scelta del medico curante con la ricevuta della richiesta di residenza rilasciata dall'ufficio.
  4. Libretto di circolazione: La ricevuta rilasciata dal Comune ha una validità di 180 gg. e va conservata con i libretti di circolazione dei veicoli. Entro tale termine arriveranno per posta direttamente al domicilio dalla MCTC di Roma i tagliandi adesivi da applicare sui predetti documenti. Se entro tale scadenza non dovessere pervenire i tagliandi, contattare il numero verde 800/232323.
  5. Carta d'identita/Passaporto: non è prevista nessuna variazione poiché tali documenti certificano solo l' identità.
  6. Pensione: la variazione di residenza viene comunicata dal comune ai vari enti pubblici pensionistici. In caso di pensione integrativa rivolgersi al proprio istituto.

Per ulteriori informazioni