Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni clicca qui.

Si pubblica, in allegato, l'Ordinanza 623 del 21 ottobre 2020 di Regione Lombardia contenente ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 e l'autocertificazione per gli spostamenti notturni.

Le disposizioni producono i loro effetti dalla data del 22 ottobre 2020 (ad eccezione della misura prevista dall’art. 5 lettera c),avente decorrenza 26 ottobre 2020 e dall’art. 5 lettera d) di mero allineamento formale rispetto a disposizioni dell’OPGR n. 620 del 16 ottobre 2020 e, come tali, efficaci fin dalla decorrenza riginaria) e sono efficaci fino al 13 novembre 2020.

pdf 10829 Ordinanza 623 (106 KB)

pdf Modello autodichiarazione editabile ottobre 2020 (626 KB)

Di seguito riportiamo i punti salienti del contenuto del documento:

Ordinanza Ministeriale d’intesa con Regione Lombardia:

  • Limitazioni agli spostamenti dalle 23 alle 5

    Ordinanza Regionale n. 623:
  • Nei weekend, chiusura per grandi strutture di vendita e centri commerciali tranne per i servizi essenziali
  • Cartelli informativi, ingressi limitati e rispetto delle distanze per negozi, bar e ristoranti
  • Stop a sagre e fiere locali. Consentiti gli eventi fieristici di carattere nazionale e internazionale nel rispetto dei protocolli
  • Somministrazione di alimenti e bevande consentita dalle 5 alle 23 con servizio al tavolo e fino alle 18 al banco. Sempre consentita la ristorazione a domicilio e fino alle 23, per asporto
  • Stop a gare e competizioni dilettantistiche, ok ad allenamenti individuali
  • Dal 26 ottobre didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado esclusi i laboratori che rimarranno in presenza. Per le altre scuole superiori raccomandati ingressi scaglionati.

    Restano valide le seguenti disposizioni:
  • Stop a sale giochi, scommesse, bingo e ai giochi tipo “slot machine”
  • Divieto di accesso alle RSA da parte di famigliari e conoscenti se non espressamente autorizzato dal responsabile medico ovvero referente COVID-19 della struttura